!function(f,b,e,v,n,t,s) {if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod? n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)}; if(!f._fbq)f._fbq=n;n.push=n;n.loaded=!0;n.version='2.0'; n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0; t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0]; s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window,document,'script', 'https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js'); fbq('init', '327020651892823'); fbq('track', 'PageView');
naviga tra gli articoli
monitoraggio
PNRR
ReGiS
Condividi l'articolo
30 Maggio 2023

PNRR ReGiS

ReGiS è la piattaforma unica attraverso cui le Amministrazioni centrali, gli Enti locali ed i soggetti attuatori, compiono una serie di operazioni per rispettare gli obblighi di monitoraggio, rendicontazione e controllo delle misure dei progetti finanziati dal PNRR.

All’interno del sistema vi sono tre sezioni:

  • Misure (riforme e investimenti del PNRR);
  • Milestone e Target;
  • Progetti.

Avranno accesso al sistema finanziario, per l’espletamento delle attività di propria competenza:

  • le Unità di Missione istituite presso ciascuna Amministrazione titolare di misura;
  • gli Uffici e le Strutture delle Amministrazioni a vario titolo coinvolte nell’attuazione delle misure ed i Soggetti attuatori.

Registrazione sistema ReGiS

La registrazione al portale è la prima cosa che si deve fare per poter accedere al sistema ReGiS. Hanno accesso al sistema ReGiS le unità di missione presso le amministrazioni titolari, gli uffici e le strutture coinvolte nell’attuazione e i soggetti istituzionali coinvolti.

Per agevolare l’operatività del sistema e per risolvere le problematiche tecnico operative, la Ragioneria Generale dello Stato prevede un supporto tecnico con un Service Desk dedicato.

Monitoraggio PNRR

Il monitoraggio delle opere del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) riveste un ruolo determinante nell’assicurare il successo e la trasparenza nell’implementazione di questo ambizioso programma di investimenti pubblici.

Il PNRR rappresenta una strategia di investimenti su una vasta scala promossa dal governo per stimolare la ripresa economica e promuovere la resilienza del Paese. Esso comprende una serie di progetti strategici in settori chiave, volti a favorire la crescita economica, la sostenibilità e l’innovazione.

Il monitoraggio delle opere del PNRR consiste nell’osservare e valutare sistematicamente l’avanzamento, l’attuazione e i risultati dei progetti finanziati dal piano. Questo processo offre una panoramica delle attività svolte, delle spese effettuate e dei risultati raggiunti, permettendo una valutazione oggettiva dell’impatto delle opere sul territorio e sulla società.

Inoltre, il monitoraggio delle opere del PNRR richiede una definizione chiara degli obiettivi di spesa e un constante monitoraggio delle risorse finanziarie assegnate. È fondamentale verificare che i fondi siano utilizzati in modo efficiente e conforme alle priorità stabilite nel piano.

Soggetti coinvolti nel monitoraggio

Il processo di monitoraggio riguarda tutte le fasi mediante il quale il PNRR consegue i propri obiettivi e realizza attività e spese.

I soggetti coinvolti nel monitoraggio sono i seguenti:

  • Amministrazioni centrali titolari di misure: sono i responsabili della corretta alimentazione del sistema ReGiS con i dati di programmazione ed attuazione finanziaria, fisica e procedurale relativi alle misure di cui sono titolari. Le amministrazioni centrali provvedono mensilmente ad aggiornare i dati registrati sul sistema, a validarli e a renderli disponibili al Ministero dell’Economia e delle Finanze.
  • Soggetti attuatori: sono responsabili della corretta alimentazione del sistema ReGiS con i dati di programmazione ed attuazione finanziaria. Provvedono con cadenza mensile ad aggiornare i dati registrati sul sistema e a renderli disponibili per le Amministrazioni titolari delle misure ai fini delle operazioni di controllo.

Adempimenti di monitoraggio

I responsabili della realizzazione operativa dei progetti e degli adempimenti di monitoraggio, rendicontazione e controllo sono i Soggetti attuatori. Questi, sono tenuti alla rilevazione continua, costante e tempestiva dei dati dei progetti finanziati e in particolare devono conferire al sistema ReGiS tutti i dati relativi ai progetti di propria competenza tra cui:

  • elementi anagrafici;
  • soggetti correlati;
  • informazioni sulle procedure di affidamento di lavori;
  • pianificazione dei costi e delle relative voci di spesa;
  • cronoprogramma;
  • avanzamenti procedurali e finanziari;
  • avanzamenti fisici;
  • documentazione relativa al progetto;
  • ogni altra informazione richiesta dalla natura del progetto.

In seguito, il Soggetto attuatore attiva la pre-validazione degli stessi. Per ciascun progetto sottoposto a verifica verrà resa disponibile al Soggetto attuatore la lista puntuale dell’esito dei controlli permettendogli, eventualmente, di rettificare i dati non coerenti ovvero di inserire quelli mancanti.

Aggiornamento dei dati di monitoraggio

Il processo di monitoraggio accompagna costantemente l’attuazione del PNRR ai diversi livelli di attuazione e implica l’obbligo, per le Amministrazioni, di aggiornamento tempestivo dei dati, al fine di consentire l’adozione delle eventuali misure correttive ed aggiustamenti necessari per assicurare il corretto ed efficace raggiungimento degli obiettivi previsti entro le scadenze prestabilite.

Le Amministrazioni titolari delle misure sono tenute ad assicurare la registrazione e la validazione delle informazioni con cadenza mensile, nel termine massimo di 20 giorni successivi all’ultimo giorno di ciascun mese di riferimento dei dati. Oggetto di aggiornamento sono i dati relativi alle fasi di programmazione ed esecuzione finanziaria, fisica e procedurale delle misure e dei progetti.

Controlli automatici e validazione

Il Soggetto attuatore carica sul sistema ReGiS i dati di progetto relativi all’anagrafica e all’avanzamento fisico, procedurale e finanziario.

È proprio lui che attiva, anche più volte nell’arco della giornata, la pre-validazione degli stessi, eseguendo specifici controlli automatici volti a garantire la correttezza e la coerenza dei dati.

Al Soggetto Attuatore sarà resa disponibile la lista puntuale dell’esito dei controlli permettendogli di rettificare i dati non coerenti ovvero di inserire quelli mancanti.

Circolare DAIT n.56 del 21 aprile 2023

Con Circolare n.56 del 21 aprile sono state pubblicate le Linee Guida destinate ai Presidi territoriali Unitari, nell’ambito della misura M2C4I.2.2 (Piccole e Medie opere) del PNRR con le quali vengono fornite le indicazioni operative per lo svolgimento delle attività di verifica formale sui dati di monitoraggio e rendicontazione dei relativi interventi.

All’interno delle linee guida troviamo:

  • una sezione di carattere descrittivo, dove vengono citate le principali informazioni relative al PNRR (quadro normativo di riferimento, interventi di competenza del ministero ecc.);
  • una sezione di carattere operativo e procedurale, dove vengono illustrate le modalità di svolgimento delle attività di verifica dei dati di monitoraggio e di rendicontazione delle spese presentate, compreso l’utilizzo del sistema ReGiS.

Circolare RGS n.19 del 27 aprile 2023

L’argomento di questa circolare è l’utilizzo del sistema ReGiS per gli adempimenti PNRR e modalità di attivazione delle anticipazioni a valere sulle contabilità di tesoreria NGEU.

Con la pubblicazione di questa circolare il MEF intende fornire un’accelerazione del percorso attuativo del PNRR nell’ottica di alleggerire i processi di erogazione dei contributi assegnati ai singoli Comuni.

In particolare, i punti trattati all’interno della circolare sono:

  • accreditamento e profilazione degli utenti del sistema: le amministrazioni titolari delle misure verificano la completezza dei dati censiti sul sistema ReGiS relativamente ai singoli progetti.
  • recupero degli identificativi di progetto tuttora mancanti (CUP ed eventuale descrizione degli interventi);
  • modalità di correzione dei dati errati;
  • modalità di attivazione delle anticipazioni di cassa previste dalla normativa vigente: non è richiesto il caricamento sul sistema ReGiS di alcun documento giustificativo di spesa per poter beneficiare delle anticipazioni. Il requisito è che il progetto sia censito nel sistema ReGiS. La richiesta di anticipazione deve essere inoltrata al Ministero delle Economie e delle finanze al Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato.

Articoli correlati

Scorri i documenti