!function(f,b,e,v,n,t,s) {if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod? n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)}; if(!f._fbq)f._fbq=n;n.push=n;n.loaded=!0;n.version='2.0'; n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0; t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0]; s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window,document,'script', 'https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js'); fbq('init', '327020651892823'); fbq('track', 'PageView');
naviga tra gli articoli
affidamento
bilancio
certificazioni
comma
enti locali
finanza
finanziaria 2019
imu
investimenti
iva
manovra
programmazione
pubblica amministrazione
riequilibrio
sicurezza
tari
Condividi l'articolo
28 Dicembre 2018

Finanziaria 2019: affidamenti tesoreria semplificati

“Le amministrazioni pubbliche di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, operanti nei piccoli comuni possono anch’esse affidare in via diretta, ai sensi dell’articolo 40, comma 1, della legge 23 dicembre 1998, n. 448, la gestione dei servizi di tesoreria e di cassa alla società Poste italiane Spa”.

Con questo comma viene affrontato uno dei problemi che maggiormente ha caratterizzato i comuni, l’affidamento del servizio tesoreria.

Qui si cerca di agevolare la procedura per lo meno per i piccoli comuni, prevedendo per questi la possibilità di affidare direttamente il servizio a Poste Italiane S.p.A.

Articoli correlati

Scorri i documenti