Fino a che non arriveranno diverse disposizioni provenienti dall’ARERA, l’articolo 57 bis comma 1 DL 124/2019 ha prorogato la modalità di quantificazione della TARI da parte degli Enti Locali sulla base di un criterio medio ordinario (che dipende dalla quantità e qualità media dei rifiuti prodotti per unità di superficie in relazione agli usi e alla tipologia delle attività svolte) piuttosto che sull’effettiva quantità di rifiuti prodotta.

Il DL 124/2019 art. 57 bis comma 1 ha dunque modificato la Legge n. 147/2013, la cosiddetta Legge di stabilità 2014, apportando le modificazioni: al comma 652, terzo periodo, le parole “per gli anni 2014, 2015, 2016, 2017, 2018 e 2019” sono sostituite dalle seguenti: “per gli anni a decorrere dal 2014 e fino a diversa regolamentazione disposta dall’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente, ai sensi dell’articolo 1, comma 527, della legge 27 dicembre 2017, n. 205″.