Nella serata di mercoledì 30 giugno è stato pubblicato il Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 26 .

Nel capitolo dedicato alle Misure urgenti in materia fiscale, di tutela del lavoro, dei consumatori e di sostegno alle imprese si legge che:
Il provvedimento rinvia al 31 agosto i termini di notifica delle cartelle esattoriali e degli avvisi esecutivi previsti dalla legge, relativi alle entrate tributarie e non, sospesi dall’articolo 68, comma 1, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 e differisce al 31 luglio prossimo il termine entro il quale i Comuni devono approvare le tariffe e i regolamenti della Tari”.

L’adozione del Piano Finanziario viene quindi spostato al 31 luglio, essendo strettamente collegato alla determinazione delle tariffe TARI 2021, mantenendo la stessa procedura per l’approvazione e la trasmissione del modello sul portale ARERA.
Stesso discorso vale per la regolamentazione delle agevolazioni TARI concedibili nei confronti delle utenze non domestiche, che utilizza i fondi di cui all’art. 6 del D.L. 73/2021.